Taizé: a Madrid il 41° incontro europeo dei giovani di fine anno. Tema proposto quest’anno, “non dimentichiamo l’ospitalità”

Dal 28 dicembre al 1 gennaio 2019, la città di Madrid accoglierà, per la prima volta, l’incontro europeo dei giovani, animato dalla comunità di Taizé. Questo incontro raduna migliaia di partecipanti da tutta l’Europa: in un comunicato diffuso oggi, la comunità di Taizé fa sapere che sono già iscritti 3.500 giovani dalla Polonia e 2mila dall’Ucraina. Il tema proposto nel testo di frère Alois, priore di Taizé, pubblicato per questa occasione: “Non dimentichiamo l’ospitalità!” Nella penisola iberica, l’incontro annuale di Taizé è stato già calorosamente accolto più volte a Barcellona, una volta a Lisbona e una volta a Valencia. Questa volta è nella capitale spagnola che la comunità di Taizé è stata invitata ad organizzare il 41° incontro europeo dei giovani.
170 parrocchie e migliaia di famiglie apriranno le loro porte con lo spirito di accoglienza che le caratterizza. La città è stata già luogo di importanti incontri, di avvenimenti internazionali e di accordi per la pace. Questa tappa del “pellegrinaggio di fiducia” animato da Taizé sarà dunque arricchita dai valori di solidarietà che gli abitanti e le istituzioni vorranno condividere. Durante l’incontro, le preghiere comuni avranno luogo il 29 e il 31 dicembre, alle 13, in numerose chiese del centro e quelle dal 28 al 31 dicembre, alle 19, nei saloni della Fiera di Madrid (Ifema). Le sfide logistiche saranno numerose: circa 800 volontari arriveranno due giorni prima dell’incontro per gli ultimi preparativi; il 28 dicembre arriveranno 250 autobus; 45mila porzioni di pasti caldi, 7,5 tonnellate di pane, 39mila arance e 95mila mandarini dovranno essere preparati per i pasti.