«Qual Dio è come te, che togli l’iniquità e perdoni il peccato al resto della tua eredità; che non serbi per sempre l’ira, ma ti compiaci d’usar misericordia? Egli tornerà ad aver pietà di noi, calpesterà le nostre colpe. Tu getterai in fondo al mare tutti i nostri peccati» (Mic 7, 18-19). 

«In un luogo eccelso e santo io dimoro, ma sono anche con gli oppressi e gli umiliati, per ravvivare lo spirito degli umili e rianimare il cuore degli oppressi. Poiché io non voglio discutere sempre né per sempre essere adirato; altrimenti davanti a me verrebbero meno lo spirito e l’alito vitale che ho creato» (Is 57,15-16).

«Non un inviato né un angelo, ma egli stesso li ha salvati; con amore e compassione egli li ha riscattati» (Is 63, 9).

«Tu, Signore, tu sei nostro Padre, da sempre ti chiami nostro redentore» (Is 63, 16).

«Orecchio non ha sentito, occhio non ha visto che un Dio, fuori di te, abbia fatto tanto per chi confida in lui» (Is 64, 3).

«Voi sarete il mio popolo e io il vostro Dio» (Ger 30, 22).

«Ti ho amato di amore eterno, per questo ti conservo ancora pietà» (Ger 31,3).

«Dopo averlo minacciato, me ne ricordo sempre più vivamente. Per questo le mie viscere si commuovono per lui, provo per lui profonda tenerezza» (Ger 31, 20).

«Andrò in cerca della pecora perduta e ricondurrò all’ovile quella smarrita; fascerò quella ferita e curerò quella malata, avrò cura della grassa e della forte; le pascerò con giustizia» (Ez 34, 16).

«Ad Efraim io insegnavo a camminare tenendolo per mano, ma essi non compresero che avevo cura di loro. Io li traevo con legami di bontà, con vincoli d’amore; ero per loro come chi solleva un bimbo alla sua guancia; mi chinavo su di lui per dargli da mangiare» (Os 11,3-4).

«Il mio cuore si commuove dentro di me, il mio intimo freme di compassione. Non darò sfogo all’ardore della mia ira… perché sono Dio e non uomo; sono il Santo in mezzo a te e non verrò nella mia ira» (0s11,8-9).

«Qual Dio è come te, che togli l’iniquità e perdoni il peccato al resto della tua eredità; che non serbi per sempre l’ira, ma ti compiaci d’usar misericordia? Egli tornerà ad aver pietà di noi, calpesterà le nostre colpe. Tu getterai in fondo al mare tutti i nostri peccati» (Mic 7, 18-19). 

«Di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono» (Lc 1,50).

«Ha soccorso Israele suo servo, ricordandosi della sua misericordia» (Lc 1,54).

«Egli ha concesso misericordia ai nostri padri e si è ricordato della sua santa alleanza» (Lc 1, 72).

«La bontà misericordiosa del nostro Dio» (Lc 1, 78). «Il Padre stesso vi ama» (Gv 16, 27).

«Sarò per voi come un padre, e voi mi sarete come figli e figlie» (2 Cor 6,18).

«Dio ricco di misericordia, per il grande amore con il quale ci ha amati… ci ha fatti rivivere con Cristo» (E/2, 4-5).

«Si sono manifestati la bontà di Dio, salvatore nostro, e il suo amore per gli uomini» (Tt 3,4).

«Dio è amore» (1 Gv 4, 8.16).

«Non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi» (1 Gv 4, 10).

«Egli ci ha amati per primo» (1 Gv 4, 19).

Il Padre ama tutti, senza distinzione «Il Padre vostro celeste fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti» (Mt 5, 45).

Dio è come il seminatore che semina su ogni terreno senza calcoli e pregiudizi (cf. Mt 13, 3-8).

Dio è come il padrone del campo che non permette di estirpare la zizzania prima del tempo della mietitura (cf. Mt 13, 29-30).

«Il Padre vostro celeste non vuole che si perda neanche uno solo di questi piccoli» (Mt 18, 14).

Dio è come il padrone che chiama tutti a lavorare nella sua vigna e a tutti «perché è buono» dà la stessa paga (cf. Mt 20, 1.14).

Dio è come il re che chiama tutti al banchetto di nozze di suo figlio (cf. Mt 22, 9).