PREDILEZIONE MATERNA

La valle del Laus è il teatro delle meraviglie della Ma­donna. Tutto è silenzioso e solitario. Un lago, oggi scomparso, le ha dato il nome. Da quelle parti la gente era molto devota e aveva una grande pena per la lonta­nanza dalla parrocchia!

É per questo motivo che pensarono di far costruire una cappella sotto il titolo di Nostra Signora del Buon Incontro: un nome ispirato dal Cielo perché proprio là Benedetta incontrerà la Vergine Maria.

La cappella non era che una cameretta quadrata co­perta di stoppie, con un altare di gesso, due candelieri di legno, un tabernacolo di stagno e qualche quadretto malandato.

Ecco il luogo scelto da Maria SS.ma per farne il teatro delle sue meraviglie, per tutto l’arco di 54 anni, e ancor oggi! Per quattro mesi vi apparve ogni giorno e per l’al­tro tempo almeno una volta al mese.

Dopo la morte di Benedetta la Buona Madre non ap­parve più, ma aveva già promesso che non avrebbe mai cessato di provare la sua presenza in quel luogo, con le sue grazie.

Vicino a quel luogo, un giorno, mentre Benedetta pre­gava il Rosario, la sua preghiera preferita perché sape­va che la preferiva a tutte anche Maria, presso una cap­pella dedicata a San Maurizio, il santo le apparve di­cendole: “Figlia mia, va nella valle che si trova sotto Saint Etienne: là vedrai la buona Madre di Dio”.

“Che dite? La S. Vergine è in Cielo, come potrò ve­derla in quel luogo?”.

” Sì – rispose il messaggero celeste – Ella è in Cielo, ma è anche in terra, quando vuole”.

Impegno: N.S. del Buon Incontro vuole incontrare anche me oggi: andrò da lei che mi aspetta in’chiesa, vicino a Gesù.