PARLAMI DI DIO – 6 – La tua mente cambia con la fede

Il pensiero del tuo destino eterno ti sarà pure di grande conforto nelle avversità. Non cercare una effimera ricompensa terrena; il tuo cuore sia rivolto a ciò che è eterno. Solo questo possesso soddisferà pienamente e per sempre le tue aspirazioni.

Tutte le realtà terrene hanno valore in quanto sono doni di Dio per la tua crescita; perciò esse non sono da disprezzare. Ma tutte le cose sono ricoperte come da uno spesso strato di vischio, che si attacca alle mani di chi le usa, e fa deviare il cuore verso di esse. Non fare il forte contro questa terribile realtà: il mondo ha una forte presa anche sugli spiriti più elevati, e pretende che non ci si stacchi da lui.

Vivi con fede nel mondo, e il Signore ti aiuterà a non invischiarti in esso, ma mantieni sempre in ordine per te una piccola cella sgombra di tutto e piena solo di Dio, un posto dove ritirarti e rinfrancare il tuo spirito. Questa cella deve essere sopratutto interiore, fabbricata nella tua anima con la preghiera: solo così le potenze del male non potranno giungervi.

A poco a poco crescerà la tua fede, e allora cambierà la tua mentalità e la tua visione del mondo: darai importanza alle cose del cielo e non più a quelle della terra; quello che prima ti appariva noioso ora sarà la tua gioia, e il tuo pensiero correrà là dove regna l’amore e la pace, dove la gioia perenne è la fedele compagna, dove si vive in Dio e nulla più è impossibile, per Sua Grazia, agli uomini che Egli da sempre ha amato.

Questo cambiamento di mentalità e di direzione è fondamentale: per questo il mondo che si affanna e corre non ti comprenderà più, non ti sentirà più come cosa sua, e perciò non ti terrà in nessun conto. Ma a te, che avrai raggiunto la felicità in terra, che importa? Mille cadranno alla tua destra e diecimila alla tua sinistra, ma nulla ti potrà colpire.

Inoltre tutta l’umanità, tutti i peccati dei singoli, tutte le vicende ti appariranno come trasfigurate: le maschere di fango dietro cui si nasconde Cristo non ti faranno più ingombro nè paura, e vedrai in ogni uomo un fratello, un Cristo in costruzione, un futuro santo, anche se oggi è un povero peccatore.

Come la fiamma tende sempre in alto, così tenda a Dio tutta la tua vita. I santi, più di ogni altro, hanno vissuto la realtà della vita, ritenendola un puro passaggio verso il cielo. O stolti e insensati gli uomini, che non pensano al cielo e vivono come se fossero creati solo per fabbricar case, piantar alberi e accumular denaro!

Non scambierai più i poveri mezzi umani con il meraviglioso fine divino, e la terra diventerà per te il marciapiede del Paradiso. Ancora non sei convinto? Non credi ancora che in fondo al pozzo c’è questo immenso tesoro? La soluzione è semplice: buttati fiducioso nel pozzo e lo troverai!

Ma come ti butterai nel pozzo? Amando Dio e il prossimo di vero amore. E come amerai? Gesù stesso ti ha risposto: Chi osserva i miei comandamenti questi mi ama. Quali sono i suoi comandamenti? E’ uno solo: amare tutti come Egli ci ha amato, donando per loro la tua vita.

E la tua vita per gli altri puoi donarla in ogni istante, in tutte le attività, in tutti i lavori, in tutte le piccole faccende: forse non si ergerà per te la croce sulla piazza cittadina, ma la tua croce la troverai a casa tua, tra i tuoi, con gli amici, sul lavoro, e dappertutto potrai elevare al Signore la preghiera di fare Suoi i piccoli e grandi crucci della tua vita quotidiana!