PARLAMI DI DIO – 19 – C’è un tempo per ogni cosa

È follia, dovendo vivere così poco tempo, impiegarlo in cose vane. Di tutto il tempo che ti è stato dato, ti verrà chiesto conto nel giorno del giudizio come l’hai impiegato.

Non c’è prezzo che uguagli il valore del tempo. Il tempo è un tesoro che si trova solo in questa vita. Ci troviamo in uno spazio di tempo utilissimo per progredire e migliorarci, purificando tutto il nostro essere. Non sciupare il tempo. Non v’è nulla di più prezioso; ma purtroppo nulla vi è di più trascurato.

Al momento della morte, quanto desidererai avere quel tempo che ora vai perdendo! Passano i giorni della salvezza e più non fan ritorno. «Figlio mio, abbi cura del tempo» (Sir 4, 20).

Oggi hai la possibilità di fare del bene; l’avrai ancora domani? Quello che puoi fare oggi non rimandarlo a domani perché quest’oggi passerebbe invano per te.

Veramente il tempo è un dono prezioso che, se bene impiegato, ci porta alla Felicità piena: affrontiamolo con serietà e rispetto.

Ma c’è una cosa da comprendere: c’è un tempo per ogni cosa, perché c’è un tempo per esercitare ogni virtù: bisogna amare sempre, ma infinite sono le forme dell’amore, e moltissimi sono gli avvenimenti della nostra vita che richiedono virtù diverse.

La Scrittura ci indica questa via, questa realtà, e sarebbe sciocco non seguirla. Un famoso passo del Libro di Qoelet, che fa parte dell’Antico Testamento, ci indica questa complessità della vita umana:

Tutto ha il suo momento, e ogni evento ha il suo tempo sotto il cielo.

C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare quel che si è piantato.
Un tempo per uccidere e un tempo per curare,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per fare lutto e un tempo per danzare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per conservare e un tempo per buttar via.
Un tempo per strappare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.
Che guadagno ha chi si dà da fare con fatica?

Ho considerato l’occupazione che Dio ha dato agli uomini perché vi si affatichino. Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo; inoltre ha posto nel loro cuore la durata dei tempi, senza però che gli uomini possano trovare la ragione di ciò che Dio compie dal principio alla fine”.

Ma allora è il tempo in nostro potere, o siamo noi in balia del tempo? Inoltre come discernere e scegliere il tempo giusto per ogni nostra azione? A queste domande c’è una risposta precisa, e la vedremo più avanti.