Oltre l’idillio infranto

Valentino Salvoldi

S’infrange l’idillio del Natale.
Ora il tuo cupo presentimento, Madre,
prende corpo nella profezia:
“Tu, Bambino, sarai pietra di scandalo.
E a te, Donna, una spada trapasserà l’anima”.

Pallida e pensosa guardi tuo Figlio
con ansioso stupore, gravido di sfide:
“Dovrà questo mio latte
nutrire il sangue stesso del mio Signore
per renderlo pietra d’inciampo,
causa di caduta per molti?”

Non pensare Madre al suo destino di morte.
Non riandare alla straziante profezia.
Non sentirti in colpa se, a volte,
dimentichi la sua divina natura.
Godilo come frutto del tuo ventre.

Rallegrati del tuo sposo Giuseppe,
che silenzioso, contempla
quanto tu assomigli a Dio
e allevia col suo amore la tua pena
mentre Gesù, sereno,
si nutre dal seno materno.

Scarica la raccolta completa di preghiere e testi di don Valentino Salvoldi