L’IMMAGINE DEL TEMPIO DI GERUSALEMME E IL SUO SIMBOLISMO

Tempio
Segno della presenza di Dio fra gli uomini.

1. Il tempio di Gerusalemme segno della presenza di Dio
nell’antica alleanza

«La gloria del Signore riempiva il tempio. Allora Salomone disse:
•..Io ti ho costruito una casa potente, un luogo per la tua dimora perenne”
(1 Re 8, 11-13).

«Ma è proprio vero che Dio abita sulla terra? Ecco, i cieli e i cieli
dei cieli non possono contenerti, tanto meno questa casa che ti ho costruita…
Siano aperti i tuoi occhi notte e giorno verso questa casa, verso
il luogo di cui hai detto: Lì sarà il mio nome!» (1 Re 8,27.29).

«Quanto sono amabili le tue dimore, Signore degli eserciti! L’anima
mia languisce e brama gli atri del Signore» (Sal 83,2-3).

«Certo anche la prima alleanza aveva… un santuario terreno» (Eb
9, 1). –

2.1 profeti mettono in guardia dal sopravvalutare l’importanza
del tempio e dal crederlo un talismano indistruttibile
e parlano della necessità di un tempio spirituale

«Così dice il Signore: “Il cielo è il mio trono, la terra lo sgabello
dei miei piedi. Quale casa mi potreste costruire? In quale luogo potrei
fissare la dimora?”» (Is 66,1).

«Pertanto non confidate nelle parole menzognere di coloro che
dicono: Tempio del Signore, tempio del Signore, tempio del Signore è
questo!» (Ger, 4).

«Io tratterò questo tempio che porta il mio nome e nel quale confidate…
come ho trattato Silo» (Ger, 14).

«La gloria del Signore uscì (= il Signore si ritirò) dalla soglia del
tempio» (Ez 10,18).

«Tu, figlio dell’uomo, descrivi questo tempio (= il nuovo tempio
della nuova alleanza) alla casa d’Israele, perché arrossiscano delle loro
iniquità» (Ez 43, 10).

3. Gesù annuncia la fine del tempio di Gerusalemme

«Gesù entrò poi nel tempio e scacciò tutti quelli che vi trovò a
comprare e a vendere; rovesciò i tavoli dei cambiavalute e le sedie dei
venditori di colombe e disse loro: “La Scrittura dice: La mia casa sarà
chiamata casa di preghiera, ma voi ne avete fatta una spelonca di ladri”
» (Mt 21,12-13).

«Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono
i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. Gesù
disse loro: “Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui
pietra su pietra che non venga diroccata”» (Mt 24, 1-2).

«Ed ecco il velo del tempio si squarciò in due da cima a fondo»
(Mf 27,51).

4. Gesù è il nuovo tempio, la nuova dimora di Dio
fra gli uomini

«E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi» (Gv
1,14).

«Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere…”.
Egli parlava del tempio del suo corpo» (Gv 2,19.21).

«È in Cristo che abita corporalmente tutta la pienezza della divinità
» (Col, 9).

5. La Chiesa e i cristiani sono tempio dello Spirito

«Non sapete che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita
in voi? Se uno distrugge il tempio di Dio, Dio distruggerà lui. Perché
santo è il tempio di Dio, che siete voi» (1 Cor 3,16-17).

«O non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo
che è in voi?» (1 Cor 6,19).

«Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come Dio stesso ha
detto: Abiterò in mezzo a loro e con loro camminerò e sarò il loro Dio,
ed essi saranno il mio popolo» (2 Cor 6,16).

«In Cristo Gesù ogni costruzione cresce ben ordinata per essere
tempio santo nel Signore; in lui anche voi insieme con gli altri venite
edificati per diventare dimora di Dio per mezzo dello Spirito» (Ef 2,
21-22).

6. Il tempio definitivo è il santuario del cielo

«Cristo non è entrato in un santuario fatto da mani d’uomo… ma
nel cielo stesso, per comparire ora al cospetto di Dio in nostro favore»
(Eb 9, 24).

«Avendo dunque, fratelli, piena libertà di entrare nel santuario per
mezzo del sangue di Gesù, per questa via nuova e vivente che egli ha
inaugurato per noi attraverso il velo, cioè la sua carne» (Eb 10,19-20).

«Non vidi alcun tempio in essa (= nella nuova Gerusalemme del
cielo) perché il Signore Dio, l’Onnipotente, e l’Agnello sono il suo
tempio» (Ap 21,22).