L’amore è la vocazione dell’uomo

Lo Spirito di Dio è nel cuore di ogni uomo che Lo accoglie e gli do­na pace, gioia, perdono e misericordia.

L’uomo non può compiere il bene senza avere Dio al suo fianco. Di­versamente perde la retta via ed entra nell’oscurità del male. L’uomo non può operare nel bene senza Dio.

Non può perchè Dio nella sua azione dona all’uomo la Grazia Santi­ficante, oltre ai doni particolari per compiere bene la sua missione sulla terra, che corrisponde alla sua vocazione.

La vocazione di ogni uomo, qualunque essa sia (sacerdotale, di spe­ciale consacrazione o coniugale) è una vocazione all’amore. L’uomo è comunque chiamato all’amore.

L’amore è segno di vita, è segno visibile del Padre che opera nel cuo­re dell’uomo.

L’amore, quale compendio di vita eterna, si traduce in un rapporto continuo e intenso fra il Padre e le sue creature fatte a sua Immagine.

Noi tutti siamo stati chiamati ad essere figli di Dio attraverso l’Amo­re del suo Unigenito Figlio che, per salvarci, si è fatto uomo tra gli uomini ed ha sacrificato sulla Croce la sua Vita per noi.

La salvezza degli uomini operata da Gesù Cristo in obbedienza al Volere del Padre, ci fa consapevoli di essere stati pensati, voluti, creati e scelti da Lui per il Progetto Divino di Redenzione dell’uma­nità.

L’uomo si allontana dalla Vita Eterna ogni qualvolta rifiuta Dio ed il Suo Progetto Salvifico.

L’uomo appartiene a Dio ed in Lui deve vivere, sperare e confidare.

Dio non ci abbandonerà mai.