Il vaso di creta

Giuseppe Impastato s.i.

Si è rotto quel vaso di creta,
è caduta l’anfora e si è spezzata.
Il saggio butta via
e distrugge
ciò che ormai è inutile.
Il vaso e l’anfora sono ormai
frantumi…

Ma Dio raccoglie la polvere,
riprende in mano l’argilla,
la lavora con cura,
e dalla creta trae un bimbo,
l’Uomo,
il nuovo vero Adamo.

Tutto ora è sacro.