«Eternità, l’altro volto della vita»


«Eternità, l’altro volto della vita»: il tema scelto per la ventitreesima seduta pubblica delle pontificie accademie «stimola a riflettere» su un ambito che «pur essenziale e centrale nell’esperienza cristiana, risulta piuttosto trascurato, tanto nella ricerca teologica degli ultimi anni quanto, soprattutto, nell’annuncio e nella formazione dei credenti». Lo scrive il Papa nel messaggio inviato al cardinale Ravasi, presidente del consiglio di coordinamento tra accademie pontificie, e letto dal cardinale Parolin, segretario di Stato, in occasione della cerimonia che si svolge nel pomeriggio di martedì 4 dicembre. «Auspico — scrive Francesco — che, sia a livello teologico sia a livello di annuncio, di catechesi e di formazione cristiana, si rinnovi l’interesse e la riflessione sull’eternità, senza la quale la dimensione del presente diventa priva di un senso ultimo, della capacità di rinnovamento, della speranza nel futuro».