PARLAMI DI DIO – 1 – Chi sei, dove vai, che sarà di te?

Chi sei, dove vai, che sarà di te? Che senso ha il tuo vivere e il tuo morire? Da sempre ci pensi e non arrivi mai a darti una risposta certa! Che senso hanno questi tuoi giorni che si perdono nel vortice abissale del nulla; questa tua vita che passa senza lasciare alcuna traccia perenne, come le nubi del cielo; questa tua innata aspirazione all’immortalità? C’è qualcosa di più personale del senso della tua vita? Il mondo ti fa attorno un gran chiasso perché tu non abbia il tempo di riflettere sui gravissimi problemi della tua esistenza.

Se nessuno ti aiuta, se nessuno ti rivela chi sei e dove vai, non giungerai a capo di nulla. Le risposte che l’uomo può dare sono infinite e contraddittorie: devi scegliere con cura, e poi devi fidarti.

Ognuno sente che esiste un essere supremo, un potere superiore, ma non sa chi sia nè cosa voglia: gli avvenimenti della nostra vita, visti con occhi umani, appaiono ogni giorno come il cantilenante racconto di un povero idiota, che alla fine è stroncato nel nulla.

Tutte le religioni danno risposte parzialmente uguali e parzialmente diverse, mentre tu hai bisogno di certezze solide come la roccia: questo essere superiore devi incontrarlo, interrogarlo, parlargli, e poi devi fidarti di lui.

Ora posso dirti la mia esperienza, e testimoniarti che Egli mi parla ogni giorno con il Suo linguaggio meraviglioso: è un linguaggio fatto di parole e anche di fatti, sopratutto di fatti, che coinvolgono tutto il mio essere spirituale, sentimentale e intellettivo: la Sua Presenza si è accesa ad un tratto come una luce dolcissima nella mia vita, guidandomi e sorreggendomi sempre.

Sento il bisogno di parlartene lungamente, ancora!