04 maggio – O figli di Maria, o figli di satana

“Come nell’ordine naturale ogni figlio deve avere un padre ed una madre, così nell’ordine della grazia, ogni vero figlio della Chiesa deve avere Dio per padre e Maria per madre. Chi si vuole gloriare d’aver Dio per padre, ma non ha la tenerezza di un vero figlio per Maria, è un bugiardo che ha soltanto il de­monio per padre “. S. M. 11

Ha detto Cristo: Io sono la vite e voi i tralci. La vite e i tralci formano un’unica pianta. Maria che è Madre di Cristo, deve perciò essere anche nostra Madre.

Gesù è il capo del corpo mistico di cui noi siamo le mem­bra. Capo e membra hanno una sola Madre.

Maria è Madre di Cristo fisicamente, Madre nostra spi­ritualmente, in quanto comunica a noi la vita divina, portata da Cristo all’umanità.

Lo Spirito Santo che formò divinamente in Lei Cristo, con­tinua a formare divinamente in Lei ogni cristiano, del quale si può dire come del Salvatore: fu concepito di Spirito Santo, nac­que da Maria Vergine. E, come la Madre non solo dà la vita, ma la nutre e ne aiuta la crescita, così la divina Madre alimenta e fa crescere in noi la vita divina, nella misura in cui le siamo uniti con la fede e l’affetto filiale e collaboriamo volontariamente con Lei all’opera della nostra rigenerazione cristiana.

Tutta la nostra crescita spirituale è legata a questa dipenden­za dall’influsso materno di Maria nelle nostre anime.

Voglio collaborare con te, Maria, perché tu possa occuparti della mia crescita spirituale. Non voglio mettere ostacoli, non voglio oppormi a nulla. Desidero lasciarti fare, Madre, perché tu sai cosa è bene per me, che cosa mi porta alla vera felicità. Io ho fiducia nel tuo amore per me e mi metto nelle tue mani, anzi, mi rifugio nel tuo Cuore e continuo a credere che col tuo aiuto io diventerò davvero come Dio mi vuole.