03 maggio – Ave o piena di grazia

“Importa trovare un mezzo facile per ottenere da Dio la grazia ne­cessaria per santificarci, ed è proprio questo che voglio insegnar­ti, per trovare la grazia di Dio, bisogna trovare Maria”. S. M. 6 “Soltanto Maria ha trovato grazia davanti a Dio per sé e per ogni uomo.

Ella è la Madre della grazia, perché ha dato la vita a Cristo, l’Autore di ogni grazia, Ella ha la pienezza della grazia, perché Dio padre, donandole il proprio Figlio le ha donato tutte le grazie, avendola Dio scelta amministratrice e distributrice di tutte le grazie, per questo ogni grazia divina passa per le sue mani, ed Ella, come dice S. Bernardino, dà a chi vuole, quando vuole e nella misura che vuole, le grazie di Dio”. S. M. 7

Maria è la piena di grazia. Così l’ha salutata l’Arcangelo Gabriele, mandato da Dio ad annunziare la maternità divina; e piena di grazia la salutiamo ancora noi, nati alla scuola dei cele­sti misteri.

Maria è Madre della grazia, perché ha dato la vita umana a Cristo, pieno di grazia e di verità, venuto su questa terra a portarci l’immenso dono della vita divina.

Maria è anche la comunicatrice della grazia divina, avendo generosamente collaborato alla nostra redenzione insie­me con Cristo, che dalla croce l’ha proclamata Madre dell’uma­nità: “Ecco la tua Madre”.

Chi ha il senso di Dio comprende l’importanza di scoprire e fare suo il mistero di grazia che è per noi la divina Madre.

O Maria, Madre della Divina Grazia, fa crescere in me la gra­zia divina, fammi vivere amando la terra, dono di Dio, ma ri­manendo ancorato al Cielo. Comunica a me la vita che non muore e fa che io sperimenti la tua presenza accanto a me per­ché tutto si trasfiguri e anche le cose belle di qui si rivestano di eternità. Metto tutto nelle tue mani,Maria, e ogni grazia atten­do da te. So che tu pensi a tutto e tutto fai per me, perché mi vuoi bene. Grazie Maria!