La sapienza dell’Amore

L’Amore Divino si comunica ad ogni cuore desideroso di posseder­lo. Nulla il Padre fa mancare ad ogni suo figlio e, poiché lo ama te­neramente, lo segue, lo consiglia, lo prova nella purificazione… con Amore, con tanto Amore!

L’uomo che ama Dio, anche quando è nel dolore, nella malattia e nella purificazione, accoglie in sè la Volontà del Padre ed a questa Volontà si abbandona fiduciosamente.

Allora lo Spirito del Padre lo risana, lo trasforma e l’uomo, attraver­so il sacrificio e l’offerta sublimata di se stesso, diviene intimo ami­co di Dio.

E’ Dio che chiama l’uomo a questa intimità con Lui e l’uomo ne fa esperienza nel suo cuore attraverso la preghiera e la lode.

L’uomo in intimità con Dio, Lo chiama, Lo invoca come Padre: “Pa­dre nostro che sei nei Cieli, sia santificato il tuo Nome, venga il tuo Regno…” Regno d’Amore, di Luce, di Pace che è capace di sublima­re l’amore dell’uomo nella fecondità operosa dello Spirito Santo.

L’amore è la forza vitale che ogni uomo deve saper donare attraver­so un gesto, un pensiero, uno sguardo attento e premuroso, un sorri­so.

Anche nella sua gestualità l’uomo esprime il suo pensiero, il suo sentimento e lo fa vivere nell’altro portando serenità, pace e gioia. E’ l’amore condiviso che arricchisce un rapporto di solidarietà e di aiuto reciproco.

L’uomo deve agire sempre verso il suo prossimo manifestando l’a­more che ha ricevuto da Dio stesso: “Amatevi gli uni gli altri come lo ho amato voi”.

L’esperienza dell’amore ricevuto e donato, vissuto nella realtà di o­gni giorno, è sapienza di vita sulla terra e gioia eterna in Paradiso.